Wednesday, October 31, 2007

Football Che Passione

Da quanto tempo che non scrivo qui. Tante cose da fare e tante giornate piene, ma non di novita' o nuove scoperte sull' American Culture -perlomeno non tante- semplicemente le giornate stanno cominciando a diventare "normali" e le cose che faccio parte della routine. Sto iniziando veramente a viverla quest'esperienza. Scuola, allenamenti -tra cui ho iniziato la preparazione atletica di basket, un'ora al giorno dopo scuola-, partite, uscire con gli amici e le solite cose che si fanno tutti i giorni a cui poche volte prestiamo molta attenzione.

Comunque, negli ultimi 2 weekend sono andata a 2 differenti partite di squadre di football del college, il che significa che sono gia' discretamente bravine. La prima e' stata quella dei Toledo Rockets in cui Devin, il ragazzo di Resa, suona nella banda. A questa partita siamo andati tutti insieme nonostante facesse freddino e i tempi del football sono estremamente lunghi.

Breve spiegazione: ci sono 4 quarti d'ora con l'intervallo di un quarto d'ora dopo 2 di questi, il tempo durante un quarto viene fermato dopo ogni azione -che possono essere molto brevi- il che significa che un quarto puo' durare fino e oltre ad un'ora.

La seconda partita invece e' stata molto piu' coinvolgente, anche perche' la squadra e' molto piu' forte, il Michigan. Le mie sorelle ospitanti questa volta non sono venute ma in compenso ho conosciuto alcuni dei loro cugini, con cui abbiamo fatto la grigliata nel parcheggio come da tradizione. Infatti eravamo in un enorme parcheggio dove tutti stavano facendo pic-nic e grigliate. Il fatto piu' controproducente era che faceva un freddo cane -tanto che mi hanno prestato un enorme giccone da mettere sopra il mio, infatti sembravo l'omino Michelin- per il resto e' stata una giornata grandiosa. Tornata a casa mi sono cambiata alla velocita' della luce per andare ad una festa/Bon Fire in maschera per Halloween, ma di questo ne parlero' nel prossimo post.

Tuesday, October 23, 2007

Buon Compleanno...

...CHIARA! Che ha compiuto 17 anni oggi

[Ti sto scrivendo questa "lettera" mentre ascolto "Obsesion", eheheh...]

Cara Chiara
12 anni fa a quest'ora ci conoscevamo da un mesetto! E' passata veramente una vita da allora e quante cose sono successe, QUANTE!
Eravamo due bimbe un po' testarde e chiaccherone con quella nostra parlantina velocissima che, a volte, nessuno capiva. Adesso siamo due ragazze un bel po' testarde, sempre chiaccherone e con ancora la stessa parlantina veloce. Ora, come allora, grandi amiche!
Perche' e' quello che siamo state e che siamo, nonostante le scelte diverse che abbiamo fatto e le discussioni che abbiamo avuto in questi anni, cosa normale dati i nostri caratteri e tutto il tempo trascorso insieme.
Siamo letteralmente cresciute insieme: fisicamente, caratterialmente, nelle esperienze e adesso sono qui, dopo 9 lunghi anni (consecutivi) insieme nella stessa classe a stuzzicarci e prenderci in giro, non vederti ogni giorno anche solo per fare due chiacchere sul pullman (about boys problems) o due risate con le cavolate che, ogni tanto, mi partono in classe mi fa pensare a quanto ci tengo alla nostra lunghissima amicizia; perche' quando una persona ce l'hai sempre vicina non ti accorgi di quanto puo' essere importante per te.
Sei grande Chiara. Sei una ragazza dal carattere forte, e sono sicura che lo sai, ma cerca di ricordartelo sempre anche quando ti sembra difficile esserlo, okay??

Oggi e' il tuo compleanno e voglio augurarti i miei migliori auguri di uno splendido diciassettesimo compleanno....e miraccomando non dimenticare mai tutto quello che abbiamo fatto insieme!

P.S.: Avrei voluto fare tutti i post dei compleanni prima di ottobre piu' articolati ma solo adesso ho avuto l'idea di scriverli nel tempo libero su carta e non direttamente davanti al computer, dove non mi viene mai in mente niente di abbastanza esplicativo.

Wednesday, October 17, 2007

Aggiornamenti

  • News #1: Su sabato scorso non c'e' molto da dire. Ho dormito fino a mezzogiorno per recuperare il sonno perduto durante la settimana, nel pomeriggio ho fatto le pulizie e la sera sono stata a casa a giocare con Kara a Wii, quel gioco -tipo playstation- in cui usi i controlli come fosse realta', e' del ragazzo di Resa e praticamente ogni volta che viene lo porta. Ci sono state sfide di ogni genere: doppi di tennis, round di pugilato, baseball, bowling, Super Mario, e molti altri.


  • News #2: Domenica sono andata in chiesa, come promesso a Sara dato che la settimana scorsa mi ha lasciato dormire per i strazianti orari del pre-Homecoming, ma non sono andata in una chiesa normale sono andata a Toledo in Ohio -cioe' nello stato a sud del Michigan a 45 minuti da casa- alla Cedar Creek. Una chiesa fatta per la gente giovane ma non solo, per quelli che hanno bisogno di un pretesto per andare a messa ma non solo...in pratica e' fatta come un auditorium: ci sono le sedie -tipo quelle del cinema- a mezzo ovale, non e' una messa tradizionale, c'e' il palco dove suonano le band -tipo concerto rock/cristiano- e ci sono dei mega schermi con mega proiettori. In questi ultimi infatti vengono proiettate storie di persone o video messaggi sulla quale poi vertera' la "predica", che piu' che altro e' un monologo che ti invita a riflettere su quanto detto nel filmato. Molto coinvolgente. Le storie cambiano ogni settimana ovviamente. Provare per credere: http://www.cedarcreek.tv/, cliccare su "I'm New At Cedarcreek.tv" (in basso a sinistra) e cliccare poi "Watch Messages".
  • News #3: Calcio. Sto diventando un fenomeno, non esageriamo va pero' domenica ho giocato per la prima volta anche in attacco. Abbiamo vinto 3-0 ma sfortunatamente non erano goal miei. In allenamento, lunedi, ho lavorato ancora in attacco ed ho segnato anche un goal. Iuppi.
  • News #4: Sono arrivata alla sesta stagione dei dvd di Buffy, mi prende troppo questo telefilm.
  • News #5: Mi sto dedicando parecchio allo sport in questi giorni. Infatti ho iniziato gli allenamenti pre-selezione per il basket stasera, che accidenti se e' faticoso ma assolutamente molto divertente. Due ore sono volate. Questi sono solo allenamenti aperti a tutti e tra un paio di settimane dovrebbero esserci le selezioni per la stagione invernale, a cui voglio partecipare e spero vivamente che mi prendano. Allora poi li si che sono dolori dalle 2 alle 3 ore di allenamento tutti i giorni. Per la stagione primaverile avevo pensato al softball ma non so perche' la mia sorella ospitante Kara credo si aspettasse che venissi qui per giocare a calcio per la scuola e ci e' rimasta un po' male su questo punto. Sfortunatamente la mia idea era quella di provare un po' di tutto e conoscere tanta gente diversa, dato che le ragazze che giocano per il Monroe Angels sono le stesse che giocano per la scuola. Bah, c'e' tempo decidero'.

Thursday, October 11, 2007

Homecoming...Quello Vero...

Ebbene si, siamo giunti finalmente a parlare dell'Homecoming Dance...in realtà no perché come ho detto nel post precedente dopo aver finito i preparativi a scuola ho dovuto sbrigarmi nei miei di preparativi.

Marjorie e Megan mi passavano a prendere alle 15h e, tra che alle 12h ho dovuto fare la foto con il team di calcio, tra che dovevo andare tornare e mangiare, si era già fatta l'una e mezza. Solo un'ora e mezza per fare la doccia, vestirmi, truccarmi e arricciarmi i capelli (che adesso sono veramente lunghi) ??? Ho fatto un miracolo io? No, certo che no, ho avuto la fortuna che loro fossero in ritardo di mezz'ora.
Comunque mi sono venute a prendere cosi presto perché c'e' la tradizione che prima del ballo ci siano le foto di gruppo fatte a casa di qualcuno e si vada poi tutti insieme a mangiare vestiti da Gran Gala'. Noi siamo andati da Applebee's, un posto dove non si mangiava poi neanche tanto male ma io ho preso soltanto Mozzarella Stick e Sundae.
Dopodiché, ridendo e scherzando, si erano già fatte le 19h, era ora di andare al ballo.
Arrivati c'era tutta la gente davanti all'ingresso con questi meravigliosi abiti, e fa un po' strano vedere le persone che ogni giorno sono a scuola con te o tuoi vicini di banco, magari pure in tuta o pigiama (dato che c'e' gente che si lascia i pantaloni del pigiama, quello con gli orsacchiotti colorati o simili, per venire a scuola), tutti agghindati a festa. L'atmosfera era comunque molto emozionante e coinvolgente. Appena entrati abbiamo cercato un angolo per posare le borsette e abbiamo cominciato subito a ballare. Dopo poco tutte le ragazze erano scalze o si toglievano le scarpe e mettevano i calzini portati da casa, dato che, effettivamente, anch'io non ce la potevo fare a tenere i tacchi per tutta la sera ho preso in prestito le paperine di Megan dato che lei usava i calzini. Stavo quasi per commuovermi quando il "DJ" ha messo le canzoni di Grease, sembrava un sogno trovarsi li. Sono, poi, letteralmente impazziti quando, sotto mia richiesta dato che dopo 4 canzoni rep stavo incominciando a dare di testa, ha messo Blue degli Eiffel 65.
La serata e' trascorsa decisamente bene: tanto divertimento, tantissime foto (che sfortunatamente non posso metterle tutte qui, di quelle 169 foto di cui ho parlato nel post precedente 151 sono solo della sera), tanta musica e tante persone.
Peccato che il tutto e' finito all'esagerata ora delle 23!!

N.B.:Le foto sono sparse ed nel video c'e' Megan che canta una delle canzoni di Grease.


video

Homecoming - Lavori In Corso (Interni)

Oggi e' mercoledì e devo ancora scrivere approposito del mega sabato passato, uffa, odio non scrivere subito dopo gli avvenimenti ma purtroppo forze più grandi di me mi hanno impedito di farlo: lo studio, la stanchezza ed il tempo, che ovviamente non e' mai abbastanza quando ti serve.
Allora prima di partire a raccontare vorrei fare una piccola parentesi sul numero di foto che ho fatto dalla mattina fino alla sera di sabato: ben 169!! (Lucy non so riusciresti a battermi stavolta, eheh...)

Let's go.

La mattina di sabato, che solitamente passo a dormire, e' stata diversa: c'era l'allestimento della caffetteria per il ballo della sera perciò, per quanto l'idea di dormire mi allettasse, ho deciso di andare ad aiutare svegliandomi alle 6.45h.

Dato che non sono tanto portata a fare i lavori fissi da "catena di montaggio" passavo da una postazione all'altra dei lavori da completare con una frequenza di una mezz'oretta. Ho aiutato con le luci, poi mi sono dedicata a gonfiare i palloncini con l'elio (ed ho anche provato ad aspirarne un po' e parlare, cosa che sognavo di fare da diverso tempo), ho appiccicato stelle dove ce n'era bisogno, messo i festoni in modo molto artistico (e qui ci sono stata anche un'oretta), aiutato ad aggiustare la posizione del castello e ho messo luci e strisce colorate alle colonne.


Partecipare a queste attività, oltre ad aumentare le mie pubbliche relazioni, mi permettono di sfogare la mia fantasia e di prendere spunto per prossime feste. In conclusione la mattinata e' passata abbastanza rapidamente ma e' dopo che sono incominciate le corse.



...Ah, quasi dimenticavo, nel bel mezzo del traffico di tutti questi lavoretti ci hanno portato la colazione (tutto pagato) fatta di succo d'arancia e ciambelle!

Tuesday, October 9, 2007

Homecoming - Parade & Game

Sempre venerdi, tornata a casa dopo il Pep Rally mi sono dovuta preparare in fretta e furia per andare alla Parade della Queen Court.

Sarebbe una parata che parte dalle scuole elementari (non molto distante dalla mia scuola), nella quale la corte delle reginette, ognuna in una macchina decapottabile si presta a salutare seduta sui poggia testa posteriori, e sfilano per il tratto di strada che le separa dal campo, dove ci sara' la partita di football, l'Homecoming Football Game.

Le loro macchine rimangono in testa alla parata e dietro tutti quanti seguono a piedi. Le strade vengono bloccate dalla polizia e lungo tutta la carreggiata si riempe di bambini e genitori perche' vengono lanciati dolcetti di ogni tipo dalle reginette e dalla gente che le segue -quindi anch'io-. Avevo il mio bel secchiello colmo di dolci che lanciavo con tanta felicita' neanche fossi stata Babbo Natale.

Arrivati, il corteo si dirige sugli spalti e le reginette rimango tutto il primo tempo all'interno della scuola senza farsi vedere perche' poi durante l'intervallo, dopo l'esibizione della banda, che fa poi loro da corrdoio umano in mezzo al campo, le reginette accompagnate dagli Escort o un componente della loro famiglia maschio lo attraversano per arrivare al palco dove solo una di loro trionfera'. Ha vinto Kasi Hughes (nella foto e' la terza a partire da sinistra col vestito chiaro). Sono contenta abbia vinto lei, non a caso l'avevo anche votata.

Comunque, per la partita ho scelto di scendere nel vivo dello spirito e di una vera tifosa dei Bears: ho pitturato il mio viso meta' blu e meta' giallo. Un fastidio con i capelli che mi continuavano a fare il solletico ed io che non potevo toccare piu' di tanto se no disfavo tutto, ma mi sono veramente entusiasmata alla partita nonche' divertita un sacco.

I Bears non avevano vinto molte partite fino adesso, e quelli contro cui ci andavamo a scontrare erano i capolista.....ma contro qualsiasi aspettativa abbiamo vinto 21 a 7!!! Questo ha animato ancora di piu' i tifosi e la partita stessa e' stata un gran successo. Strano ma sto anche iniziando a capire come funziona il football americano, ti prende un casino.

Poi, casa. Segue video della partenza della Parade.

video

Monday, October 8, 2007

...I Dreamt I Was A Jefferson Bear...(Pep Rally Day)

E' stato un week-end folle. Mille corse, mille cose da fare, mille orari da rispettare e zero tempo per staccare un attimo. Quindi, come definire questo fine settimana?? Una totale figata!!

Allora, il venerdi della spirit week e' chiamato Pep Rally ed e' dedicato: alla squadra di football per spronarli nella mattinata prima della partita, infatti quasi tutti si sono vestiti di blu e giallo che sono i colori della scuola -me compresa, vedi il mio braccio nella foto-; alla Queen Court che, grazie agli orari delle lezioni ridotti a 60 minuti, usa un ora e 3/4 per sfilare nella palestra davanti all'intera scuola che e' sugli spalti e, poi dopo, ci sono 4 giochi nella quale partecipano uno o piu' rappresentanti del proprio Grade (nel mio caso Senior).
E' stato veramente emozionante perche' ogni Grade era diviso sugli spalti, la banda e' arrivata ed e' rimasta nella pista di atletica che c'e' interna e sopraelevata alla palestra (un po' difficile da descrivere, e' del tutto particolare ma nel video si vede una ringhiera con delle persone sporgersi, beh e' quella), le cheerleaders che ballavano, l'aria di festa, il senso di scuola unita, i videoclip sugli atleti di ogni sport, la sfilata...insomma un po' tutto.

Una piccola parentesi la faccio per la Queen Court che e' composta dalle 6 ragazze finaliste in corsa per il titolo di reginetta che possono essere solo Senior e poi ci sono anche le Attendant che sono le 4 ragazze piu' votate degli altri grade. Ci sono 2 votazioni: la prima puoi votare 6 ragazze del tuo grade e nella seconda una delle ragazze che e' nella Queen Court. L'ultima votazione e' stata appunto venerdi in prima ora e la sera, alla fine del primo tempo della partita, veniva premiata la vincitrice.

video

Friday, October 5, 2007

Homecoming - Lavori In Corso (Esterni)

Oggi, sono rimasta la bellezza di 12 ore a scuola. Perche' tanta pazzia?? Perche' sono entrata a far parte del gruppo di decorazione per l'Homecoming Dance. Mi sono divertita. Il nostro compito era di decorare questa specie di giardinetto che da proprio sulla caffetteria, dove ci sara' il ballo. Abbiamo decorato le vetrate con varie scritte, abbiamo riempito gli alberi di strisce di cartapesta, appeso stelle tante quante sono i Senior e ognuna col nome dei ragazzi che si diplomano quest'anno (quindi c'e' anche il mio), allestito i cespugli come fossero nuvole, i tavoli come fossero letti -ed in quello centrale ci abbiamo messo l'orso, che e' la mascotte, come se stesse dormendo e dietro di esso c'e' un muro sul quale abbiamo appeso un enorme fumetto (come fosse il suo sogno) nella quale c'e' la mascotte della squadra avversaria (per chi non se lo ricordasse, domani c'e' la partita) snaguinante e sconfitta-, appeso un enorme luna ad un albero, e tante altre cosine come queste. E' stato pero' molto faticoso, mentalmente e fisicamente.

1. Perche' per 12 ore ho parlato e ascoltato inglese, senza avere neanche il tempo di pensare un attimo in italiano quasi. Ma questo e' bene, solo molto stancante.
2. Perche' mi sono alzata alle 6.40h e stare a scuola per cosi tanto sfiaccherebbe chiunque.

Pero' mi sono divertita tanto e ho decorato una finestra con il mio sogno. Sono troppo orgogliosa di quella finestra.

...I Dreamt I Was A Pro Athlete...

Comincio col dire che ieri dopo che ho scritto il post sulla giornata di martedi non avevo ne' voglia ne' tempo di scrivere della giornata di ieri.

Quindi, ieri era la giornata degli atleti professionisti, che accidenti se e' stata apprezzata. C'era una marea di gente anche solo con la maglietta della squadra del cuore e poi quelli completi di attrezzatura. La maggior parte di quest'ultimi erano piu' che altro giocatori di basket, football americano, baseball e calcio. Tra quelli piu' particolari risaltano i giocatori di ping-pong, nuotatori -con il costume sopra i vestiti-, tennisti -come, OVVIAMENTE, me-, giocatori di hockey completi -perche' tanti avevano le magliette delle squadre del cuore- e la mia sorella ospitante che si e' travestita dal giocatore di basket Ben Wallace. Seguono foto:



























----> Ed eccolo, il magnifico giocatore di ping-pong!! Ce n'erano ben 4 e si sono messi nella pausa del pranzo a giocare sui tavoli!
N.B.: ANCHE I PROFESSORI SI TRAVESTONO!!
Per quanto rigurda, invece, la giornata di oggi non voglio spendere molte parole. Tanti hanno aderito, anche se era proprio di poco gusto. Il titolo era "I Dreamt I Was In A Hospital" cambiato dal titolo originale che era "I Dreamt I Was In An Accident". C'erano, percarita' tanti dottori e dottoresse -praticamente avevano lasciato il pigiama- ma anche tanti "malati" per non parlare poi della gente "sanguinante". Stamattina entro in bagno prima delle lezioni e mi trovo davanti a 3 "semi-cadeveri sanguinanti". Puo' essere questo un sogno???

Thursday, October 4, 2007

...I Dreamt I Was In A Fairytale...


Ieri non avevo molta voglia di scrivere percio' racconto oggi la giornata di martedi secondo la Spirit Week. Decisamente piu' coinvolgente e apprezzata dalla maggioranza delle persone, anche forse per la tematica molto piu' fantasiosa, il mondo delle fiabe.

C'erano fate e principesse a profusione, Peter Pan, Trilli, pirati, la renna di Babbo Natale, Babbo Natale, i 3 porcelini e il grande lupo cattivo, la mia sorella ospitante si e' creata una maglietta che rappresentasse il biscotto di Shrek, io ero il gatto con gli stivali -anche se dalla foto non si vede molto ho il viso truccato con baffi e pallino nero sul naso, "tipico" dei gatti- Robin Hood, Esmeralda e moltissimi altri, anche inriconoscibili. Seguono le foto:







































----> ??? <----












N.B.: VOGLIO RICORDARE CHE SI GIRA PER I CORRIDOI TRAVESTITI TUTTO IL GIORNO!!!

Tuesday, October 2, 2007

Buon Compleanno...

...CLARA che compie oggi 17 anni !!

AUGUROOOOOONI DI BUON DICIASETTESIMO COMPLEANNO TOPA!

Sono ormai passati 7 anni da quando ci siamo conosciute. Insieme siamo cresciute, cambiate e affrontato qualsiasi esperienza. Sempre insieme.
Ne abbiamo combinate di tutti i colori ed e’ impossibile ricordarle tutte adesso, ma io le ho tutte nel cuore e non dimentichero’ mai nulla.
Nonostante i litigi, le avventure, le confidenze, il tempo ed i cambiamenti che sono avvenuti in questi anni rimani sempre una delle mie piu’ grandi amiche, la mia migliore amica.
Impossibile dire quanto mi manchi, quanto mi mancano le nostre chiaccherate durante lo shopping, quanto mi mancano le nostre “risse” in camera tua –e tu che “voli” da un letto all’altro-, quanto mi manca vederti ogni giorno anche solo per i 10 minuti dell’intervallo perche’, lo sai, con te non ho bisogno di parlare e spiegarti, tu sai gia’ quello che voglio dire e quello che penso. Come io di te.
Dire solo che siamo cresciute insieme non rende bene l’idea di quello che effettivamente abbiamo vissuto insieme ma se ci si pensa su un attimo vengono in mente un sacco di cose. La quinta elementare – che strano a dirsi erano gia’ successe un sacco di cose-, le medie –incontabili-, le estati –al mare o in montagna-, le lotte con Tardi, il cinema con Tardi, le feste, le sere in discoteca, le sciate, i nostri mezzi di trasporto –che nel tempo sono cambiati pure quelli-, il liceo –nella stessa classe e non-, le confidenze –tante, tantissime direi-, le canzoni che ci hanno accompagnato e tutte quelle cose che sono solo nostre: sia quelle imbarazzanti, che nessuno ricorda e noi di certo non gliele ricordiamo, solo a volte, tra noi, ci vengono in mente, ce le ri-raccontiamo e poi giu’ a ridere; e sia quelle non-imbarazzanti che semplicemente sono solo nostre confidenze.
E adesso, dopo 7 anni no stop di amicizia e avventure, c’e’ il primo anno distanti nella quale tutte le nostre esperienze potremo solo condividerle con una inespressiva mail o una breve telefonata –ben diverso dai tempi di telefonate alla quale eravamo abituate- ma tu questo lo sai e da tanto tempo sai anche quanto desideravo essere qui.
Sono sicura che delle cose cambieranno dopo quest’anno ma di certo la nostra e’
una vera amicizia destinata a non finire per questo.

P.S.1: Vai da Minnie spesso, pensandomi, e saluta da parte mia le simpaticissime commesse.

P.S.2: Riusciro’ a prendere la patente prima di te comunque forse...eheheheh...

Ti Voglio Bene,
Veronica

Spirit Week...I Dreamt I Was A Superstar

Che cos'e' la Spirit Week?
E' la settimana che precede l'Homecoming, nella quale ogni giorno c'e' un tema diverso con la quale mascherarsi -vengono detti in anticipo i temi della Spirit Week-.

Che cos'e' l'Homecoming?
E' il primo ballo dell'anno della scuola, nel sabato dopo la partita giocata in casa del venerdi, nella quale viene eletta la Homecoming Queen, che non viene scelta per bellezza ma per popolarita'.

Oggi, lunedi, era la giornata Super Star. In pratica ti vesti la mattina secondo il tema e stai tutto il giorno a girare per i corridoi con quello che ti sei messo addosso. Anche se oggi non c'e' stato un grande spirito di scuola allego un po' di foto tra le piu' bizzarre.



























CriCri ti ho accontentata, eheheheheheh....:

Monday, October 1, 2007

Canadian Italian Wedding

Sono stata al bellissimo matrimonio -che e' stato festeggiato per la bellezza di 27 ore- di Stefani & Frank (cugino delle mie host sister e, ovviamente, nipote di Sara) in Canada a Winsor.

Arriviamo per le 11/11.30 h nella Chiesa cattolica decisamente italiana. Scritte in italiano, il libro dei canti da coro come quello che c'e' a Garino -per chi non lo sa, Garino e' la frazione di Vinovo- e il prete che tra una cosa e un'altra ci ficcava una frase in italiano.
Una cerimonia cosi non l'avevo mai vista: con le damigelle vestite in bordeaux (scelte dalla sposa), i 5 Groomsmen ("damigelli", scelti dallo sposo), il Ring-Bearier (il bambino che porta gli anelli) e la Flower-Girl (la bimba che sparge i petali nel corridoio centrale); entrambi hanno 2 anni ed erano vestiti come 2 sposini in miniatura -troppo teneri-.
Poi, bla bla bla...vi dichiaro marito e moglie, puo' baciare la sposa.

Usciti ci dirigiamo verso la sala con il buffet per il pranzo che era a esattamente 10 metri dalla Chiesa. In pratica abbiamo attraversato la strada. Sala enorme con tanta gente ed un mega buffet di cibo buono ed invitante. Non siamo rimasti molto e siamo andati all'hotel (Hampton Inn) per posare i bagagli, riposarci un attimo -ho dormito 2 ore- e prepararsi per la grande serata.

La preparazione consisteva in: lavarsi, indossare l'abito, truccarsi, pettinarsi -li ho arricciati, anche se non si vede molto dalle foto- e mettere lo smalto. Lavori intensi.

Arriviamo alle 18 h al Giovanni Caboto Club (http://www.cabotoclub.com/). Posto molto italiano -nell'entrata un mega dipinto con la cartina dell'Italia-, tanta gente italiana, musica italiana di tutti i generi, cibo italiano buonissimo....risultato: mi mancava decisamente casa!!
Comunque, sala FAVOLOSA addobbata con nastri dorati e la bellezza di 430 presenti.
Nel mezzo di uno dei 4 lati della sala c'era una specie di "palco" rialzato con i posti a sedere per le damigelle, Groomsmen e gli sposi.
E dopo la quindicina di portate che ci sono state si sono aperte le danze, durate fino al 1.30/2 del mattino. Praticamente subito ho dovuto togliere le mie bellissime scarpe che purtroppo mi davano troppo dolore per ballarci su, ma praticamente tutte erano rimaste scalze. E verso le 2 siamo tornati all'hotel per andare a dormire.

Sveglia alle 9.30 h, fatta colazione e controllato le mail sono tornata in camera per mettere a posto le mie cose e guardare un po' di tv.
A mezzogiorno, poi, siamo tornati al Giovanni Caboto Club per il pranzo. Molte meno persone, buffet con pochi piatti ma buonissimi e anche di durata al quanto relativa dato che alle 2 del pomeriggio siamo saliti in macchina per tornare a casa.

P.S.: Le foto sono un po' sparse, spero riusciate a capire a cosa si riferiscono.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...